NUMERO CENTRALINO

0971.701811

COMUNICAZIONI VERSO L'ENTE

per comunicazioni o richieste verso l'ente si prega di indicare una mail per la risposta
Comune di Avigliano - Galleria Fotografica Comune di Avigliano - Galleria Video Turni guardia Medica Raccolta differenziata
  • newsletter
    • mail:
    Comune di Avigliano - Area Download

    Area Riservata


    conoscere avigliano

    Chiesa Madonna delle Grazie

    Foto Chiesa Madonna delle GrazieAl XII secolo risalgono le prime notizie della più antica Cappella fuori le mura di Avigliano: la Cappella di S.Maria de Cornu Bonu, meglio conosciuta col nome di Madonna delle Grazie. Questa chiesetta è sita sulla strada che da Avigliano, passando per la sua fiumara, porta a Ruoti. A questa Cappella è legata una singolare storia documentata da una epigrafe che si trova in una chiesa intitolata a S. Maria di Avigliano, in una località campana nei pressi di Campagna (SA). In questa epigrafe si legge: QUEST’IMMAG.E / DELLA M.RE DI N.RO S./ FU RITR.TA DA GO / GLIELMO CEDRULO L’ANNO 1240. E SE DICE / S. M. D’AVIG. NO P.CHE’ / MIRACU.SE VENNE I D’AVIG.NO NON SOLO I UNA VOLTA MA DUE. (Quest’immagine / della Madre di Nostro Signore / fu ritrovata da / Guglielmo Cedrulo l’anno 1240. E si dice / Santa Maria d’Avigliano perché / miracolosamente venne / d’Avigliano non solo / una volta ma due.).

    Secondo la tradizione fu proprio nel 1240 che la statua della Madonna, dopo la sparizione dalla sua Cappella, fu ritrovata nella località campana citata. A quell’epoca i traffici commerciali tra molti paesi della Basilicata e la Campania avvenivano attraverso le strade mulattiere ed i tratturi che univano i vari centri abitati.
    Anche Avigliano svolgeva i suoi traffici di grano ed altri cereali con la zona del salernitano, ed in particolare con la cittadina di Campagna, che era una delle priine di questa zona alla quale si accedeva proprio passando per la strada lungo la quale si trova la Cappella. Cosicché, dopo la sparizione ed il ritrovamento della loro Madonna nei pressi di Campagna, gli aviglianesi giustamente sospettarono che essa fosse stata trafugata dai commercianti campagnesi in uno dei loro viaggi ad Avigliano. Essi reclamarono la restituzione della loro Madonna e, poiché i cittadini di Campagna si rifiutavano di consegnarla, giustificando il ritrovamento come un evento miracoloso operato dalla Madonna che volontariamente aveva scelto la sua nuova dimora, promossero un’azione giudiziaria a Salerno che dette loro ragione con conseguente conferma della sentenza anche da parte della Suprema corte ecclesiastica di Roma. La statua della Madonna fu cosi riportata nella sua Cappella ad Avigliano, ma dopo pochi giorni fu nuovamente ritrovata nella località campana. Gli aviglianesi questa volta rinunciarono ad intraprendere un secondo e lungo giudizio per riavere la loro Madonna che rimase definitivamente a Campagna, e si fecero costruire una nuova statua del tutto simile alla precedente. Essa rappresentava La Madonna seduta, col bambino sulle ginocchia ed un piccolo globo in mano. Questa seconda statua, poiché annerita e diventata irriconoscibile dal tempo, fu sostituita, dopo oltre cinque secoli, nel 1785 da una nuova che raffigurava la Madonna in piedi. Quest’ultima rimase nella Cappella fino al 1934, quando un incendio, la cui natura non è stata mai accertata, distrusse ogni cosa lasciando solo i poveri muri anneriti dell’antichissima Cappella durata per oltre Otto secoli. Dopo l’incendio, la Capppella fu ristrutturata alla meglio per iniziativa della famiglia Lacerenza e si provvide all’acquisto di una nuova statua raffigurante la Madonna delle Grazie che fu posta, nel 1938, nell’antica chiesetta. La popolazione aviglianese fu sempre molto devota a questa Madonna ed a lei spesso si è rivolta, particolarmente nei periodi di siccità, promuovendo anche processioni per implorare la sua intercessione ed ottenere la bonifica pioggia per salvare i raccolti. In questi ultimi anni si è nuovamente intervenuto sulla Cappella con lavori di restauro e consolidamento ed è stato ripreso quel culto al quale gli aviglianesi erano legati da tanti anni.
    Si è anche avviata la consuetudine di organizzare dei festeggiamenti in suo onore, nella giornata del 1° Maggio di ogni anno, portando in processione la statua della Madonna che sosta tutto il mese nella Chiesa Madre del paese, per poi ritornare nella sua Chiesetta.

    vai alla pagina chiese

    il comune

    Chi è

    cognome e nome

    Gli Uffici

    Sedi Periferiche

    Corpo Polizia Locale

    servizi

    Link Utili

    Comune di Avigliano